Pedrengo, il paese del Ristorante la Pelosetta

Home/News/Pedrengo, il paese del Ristorante la Pelosetta

Pedrengo, il paese del Ristorante la Pelosetta

Se abbiamo iniziato a conoscere alcune delle specialità cucinate nel Ristorante La Pelosetta (culurgiones, panada, malloreddus), ancora poco sappiamo sul paese che ospita il nostro ristorante preferito: Pedrengo! Ecco allora una breve storia del bellissimo paese che sorge nell’immediata periferia di Bergamo, una delle città d’arte più bella d’Italia.

Origini del nome. Ci sono almeno tre possibilità che spiegano l’origine del toponimo Pedrengo. La prima ipotesi è Petrignus, ovvero terra di Pietro; la seconda è Patrignum; la terza, infine, è Petrengum, da pietra, poichè l’antico borgo di origine romana sorgeva in una petraia.

Le prima testimonianza dell’esistenza di Pedrengo risale in alcuni documenti del IX secolo. Nel XIV secolo il paese fu sconvolto dalle lotte fra guelfi e ghibellini, che spesso degeneravano in violenti scontri. Nel secolo successivo, a seguito della pace di Cremona (1440), Pedrengo passò sotto il dominio della Serenissima. Il paese attraversò un periodo di pace in cui i veneziani effettuarono opere volte all’irrigazione del territorio, al fine di favorire le attività agricole presenti. Le rogge di Borgogna e Pedrenga, ancora oggi funzionanti, sono uno spettacolo affascinante!

Pedrengo Roggia Borgogna Ristorante La Pelosetta

Nel 1700 e 1800 furono costruite grandi ville sul territorio di Pedrengo, ovviamente ancora visibili. In seguito alla caduta della Repubblica Serenissima, le regioni della Lombardia e del Veneto vennero unificate dagli austriaci, che le governarono sino all’annessione al Regno d’Italia.

I Giganti di Pedrengo Ristorante Pelosetta

I monumenti. Il monumento di maggiore interesse a Pedrengo è la villa dei conti Sottocasa, edificata nel 1705 dall’architetto Calepio. La villa è circondata da un grande giardino con un porticato: i saloni interni sono arricchiti da numerosi affreschi. Altri edifici degni di nota sono Villa Berizzi e Villa Frizzoni, ora sede del polo scolastico, nel cui parco crescono quattro Cedri dell’Himalaya denominati i Giganti di Pedrengo; il più maestoso è alto 35 metri e allarga la sua chioma per 25 metri.

 

Il Ristorante La Pelosetta si trova in questo piccolo ma meraviglioso paese: vi aspettiamo!

2018-02-15T09:07:51+00:00